Le molte facce del biotech in mostra al Santa Maria della Scala

Le molte facce del biotech VisMederi

Le molte facce del biotech

“Le molte facce del biotech” è il titolo della mostra in programma a Siena, dal 6 al 31 ottobre 2014, presso la sala del Passeggio del Complesso Museale di Santa Maria della Scala

 

Sorrisi, sguardi, espressioni. Il calore di un volto per comunicare il lato più “umano” ed emotivo della scienza, quello di coloro che ogni giorno lavorano nei laboratori di università, imprese e centri di ricerca. “Le molte facce del biotech” è il titolo della mostra in programma a Siena, dal 6 al 31 ottobre 2014, presso la sala del Passeggio del Complesso Museale di Santa Maria della Scala. Le “molte facce” stanno a indicare anche i tanti campi di applicazione delle biotecnologie: dalla tutela della salute – le cosiddette red biotech, con farmaci, vaccini e diagnostici – all’agroalimentare (green biotech), fino ad arrivare all’industria, dove le tecniche di biologia molecolare vengono impiegate per agevolare i processi industriali attraverso gli enzimi, produrre bioprodotti e bioenergia, bonificare ambienti e aree compromesse, conservare e restaurare opere d’arte (white biotech).

Siena protagonista della European Biotech Week. La mostra, promossa da Siena città candidata a Capitale Europea della Cultura 2019 e Fondazione Toscana Life Sciences, in collaborazione con Università di Siena, Comune di Siena, Fondazione Achille Sclavo, Sclavo Vaccines Association, Novartis Vaccines e VisMederi – questi ultimi anche in qualità di sponsor – è organizzata nell’ambito della seconda edizione della European Biotech Week, che vede in Assobiotec il partner italiano. Siena, da oltre un secolo punto di riferimento internazionale nel settore, oggi è un polo di attrazione per le competenze nel campo dei vaccini e dell’immunologia, dove ha raggiunto l’eccellenza sia nella formazione, con l’Università degli Studi, che nella prevenzione e messa a punto di terapia innovative. Con questa mostra, Siena valorizza la centralità delle biotecnologie e ne promuove il ruolo decisivo nel miglioramento della qualità della vita e nella sfida alla candidatura della città a capitale europea della cultura.

Biotech, volti e ambiti di applicazione. Le biotecnologie, come la maggior parte delle attività legate al mondo della scienza, sono un tema difficile da comunicare. Nell’immaginario collettivo l’attività scientifica è associata all’ambiente chiuso del laboratorio, spesso sottovalutando il reale impatto che la ricerca produce sulla vita di tutti i giorni, sotto forma di prodotti e processi. La mostra, attraverso il linguaggio artistico della fotografia, intende colmare questo “gap” emotivo, mettendo in evidenza i volti dei giovani che, sul territorio senese, lavorano nel settore ed esaltare la loro attività mettendo in vetrina i frutti dello sviluppo biotecnologico. I sessanta scatti in mostra ritraggono donne e uomini under 40 attivi sia sul fronte della ricerca pubblica che privata.

Ogni ritratto – frutto del lavoro di Mauro Agnesoni e Samuele Mancini – è associabile a un colore, corrispondente a uno dei tre ambiti applicativi delle biotecnologie: verde per l’agroalimentare; rosso per il farmaceutico e bianco per quello industriale. Le foto sono corredati dal nome del ricercatore e degli enti in cui operano: le aziende e i gruppi di ricerca di Fondazione Toscana Life Sciences – tra cui VisMederi – Università degli Studi di Siena e Novartis Vaccines. La mostra si focalizza anche sui molteplici ambiti di applicazione delle biotecnologie. In questo caso non si tratta di foto, ma di veri e propri prodotti, dai detersivi arricchiti con enzimi ai probiotici, dalla crema anti-età ai prodotti agroalimentari come pane e birra, per cui le biotecnologie innovative hanno consentito un rapido sviluppo di nuovi metodi diagnostici che permettono il controllo della qualità, della tracciabilità e dello stato di conservazione.

Informazioni. La mostra sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, negli orari di apertura del Santa Maria della Scala, dalle ore 10:30 alle ore 18:30. La biglietteria chiude alle 18:00. Il giorno dell’inaugurazione l’ingresso alla mostra è gratuito e sarà possibile gustare alcuni prodotti frutto della ricerca biotecnologica, gentilmente offerti da Birrificio San Quirico, RiMa benessere e La Compagnia del Pane di Siena. Per info anche www.2019si.eu e www.toscanalifesciences.org e i canali social: Facebook @Siena2019, Twitter @FondazioneTLS e @2019SI, Youtube @Toscana Life sciences @2019SI, #faccedabiotech.

Leave a Reply

*

captcha *